La Società Italiana di Storia del Lavoro - SISLav

Logo SISLav

La Società Italiana di Storia del Lavoro (SISLav), ufficialmente costituita nell'ottobre 2012, nasce in una fase di ripresa dell’interesse per le tematiche del lavoro che ha visto protagoniste numerose giovani leve della ricerca, sia in Italia sia a livello internazionale. La SISLav opera infatti in collaborazione con Società nazionali consimili, sia a livello europeo sia transcontinentale, contribuendo alla formazione di reti internazionali.

Il revival degli studi sul lavoro è stato favorito dalla consapevolezza che la crisi epocale attraversata dal sistema economico internazionale ha le sue cause profonde nella finanziarizzazione dell’economia e nella crescita della diseguaglianza sociale connessa al peggioramento delle condizioni dei lavoratori sotto il profilo salariale, contrattuale e dei diritti, fenomeni a loro volta conseguenti al predominio di politiche di stampo neoliberista che hanno determinato l’instabilità e moltiplicato i fallimenti di mercati non regolati. Grazie al progressivo affinamento delle metodologie di ricerca, alla salvaguardia e alla utilizzazione di nuove fonti, all’accumulo di esperienze e contributi, la riflessione storica sui mondi del lavoro contribuisce a individuare le interazioni che sono alla base delle trasformazioni sociali, culturali, politiche e istituzionali.

La SISLav intende rilanciare gli studi di storia del lavoro in una duplice ottica, interdisciplinare e diacronica. Interdisciplinare perché si apre alla stretta collaborazione con l’insieme delle scienze sociali, politiche ed umane. Diacronica perché intende indagare le dinamiche di trasformazione del lavoro nel lungo periodo storico, per cogliere i cambiamenti e le persistenze, le dinamiche attraverso le quali si sono affermate, e intrecciate, le molteplici tipologie di rapporti di lavoro (libero, non libero, eteronomo, autonomo), con le modalità con le quali queste tipologie hanno storicamente concorso e concorrono alla formazione dei gruppi sociali, alla configurazione delle identità, ai comportamenti sociali e politici connessi alla percezione degli interessi, alle forme organizzative e alle modalità di mediazione degli interessi medesimi. In questa ottica la storia del lavoro, declinata sia sotto il profilo sociale sia sotto quello politico, si connette strettamente alla storia economica e alla storia dell’impresa.