Simonetta Ortaggi (seduta di spalle) e i suoi studenti nel corso di un'intervista (valli del fiume Natisone, anni '70)

Opere di Simonetta Ortaggi

- La storia come ricerca. Una esperienza didattica sulla Resistenza in Istria e i rapporti tra Italiani e Sloveni nella regione, in «Movimento di Cooperazione Educativa del Friuli Venezia-Giulia. Quaderno», n. 2, 1975 [pdf]

Nationalism and History in an Italian classroom, in «History Workshop», Autumn 1978 [pdf]

- Il pensiero di Frederick W. Taylor tra empiria e sistema, in «Classe», n. 19, 1981 [pdf]

- Piero Gobetti et le mouvement ouvrier de l'après-guerre dans les mémoires audiovisuelles de l'"Archivio nazionale cinematografico della Resistenza", in Centro studi Piero Gobetti, Piero Gobetti e la Francia. Atti del colloquio italo-francese, Paris, 25-27 febbraio 1983, Milano, F. Angeli 1985 [pdf]

- Labouring Women in northern and central Italy in the nineteenth century, in John A. Davis e Paul Ginsborg (a cura di), Society and Politics in the Age of the Risorgimento. Essays in honour of Denis Mack Smith, Cambridge-New York-Port-Chester-Melbourne-Sidney, Cambridge University Press 1991 [pdf]

- Libertà e servitù. Il mondo del lavoro dall'ancien régime alla fabbrica capitalista, Napoli, Edizioni scientifiche italiane 1995 [zip]

- Italian Women During the Great War, in Gail Braybn (a cura di), Evidence, History and the Great War. Historians and the Impact of 1914-18, Berghahn Books, New York-Oxford 2003 [pdf]

Sui lavori di Simonetta Ortaggi

- Andrea Scartabellati, Quotidianità. Tra economia morale, lavoro e corpi malati. Brevi note di storia triestina a partire da Simonetta Ortaggi [pdf]

Andrea Scartabellati (Crema, 1971), ha studiato Storia (Università di Trieste, 1999) e Scienze antropologiche ed etnografiche (Università di Milano-Bicocca, 2014). Con una borsa pubblica ha svolto un semestre di perfezionamento all’estero (Université Paris X-Nanterre, 2000), conseguendo il Dottorato di ricerca in Storia sociale europea (Università Ca’ Foscari di Venezia, 2005).  Borsista della Fondazione Salvatorelli (2004) e del Centro Europeo Giovanni Giolitti (2004), è autore e curatore di monografie e saggi dedicati ai temi della povertà e della follia, tra i quali: L’umanità inutile (Angeli, 2001), Intellettuali nel conflitto (Goliardica, 2003), Prometeo inquieto. Trieste 1855-1937 (Aracne, 2006), (a cura di) Dalle trincee al manicomio (Marco Valerio, 2008), (a cura di) Amedeo Dalla Volta. Uno psicologo tra Lager e dopoguerra (Aracne, 2010). È responsabile delle biblioteche per NCTM Studio Legale Associato.