Dettaglio

18.10.2017
Categoria: Libri, Incontri, Convegni

Dirigenti, tecnici e operaie alla Voxson


Quinto volume della collana "Culture del lavoro", il libro di Giovanni Pietrangeli - tratto da una tesi svolta all'Università di Padova sotto la direzione di Elisabetta Novello e Rolf Petri - affronta i nodi della Roma industriale ripercorrendo la parabola di una fabbrica nata nel 1952 da Arnaldo Piccinini, la Voxson, e dedita all'elettronica di consumo: una storia di relazioni industriali tese e conflitti duri (con la cancellazione della Commissione Interna con l'accusa di spionaggio), di trasformazioni proprietarie, manche con un'attenzione alla qualità della produzione mirante a «rielaborare un profilo della produzione a Roma ben diverso dal pregiudizio della capitale ministeriale e indolente promosso per decenni dalla stessa sinistra ‘ortodossa’ del Partito comunista».

Il volume sarà discusso mercoledì 25 ottobre 2017, alle ore 17.00, presso la Biblioteca di storia moderna e contemporanea (Palazzo Mattei di Giove - Via Michelangelo Caetani 32, Roma), da Alessandro Casellato, Michele Colucci e l'autore, coordinati da Vittorio Vidotto.

Giovanni Pietrangeli, La più grossa fabbrica di Roma. Dirigenti, tecnici e operaie alla Voxson, Edizioni Ca’ Foscari, Venezia 2017, 166 pagine (disponibile sul sito della casa editrice)