Dettaglio

02.07.2018
Categoria: Letture

Omaggio a Carlo Poni


A qualche giorno dalla sua scomparsa, desideriamo ricordare Carlo Poni segnalando sul nostro sito alcune fra le molte e imprescindibili letture che, ancor oggi, sono ricche di spunti per qualsiasi ricerca di storia del lavoro in età moderna.

 

Autore di saggi sul mondo rurale del Cinque e Seicento (Fossi e cavedagne benedicon le campagne: studi di storia rurale, Bologna 1982), del quale ha ricostruito le tecniche, le trasformazioni agrarie e le implicazioni sociali, Poni si è poi occupato di industria serica (La seta in Italia: una grande industria prima della rivoluzione industriale, Bologna 2009), della quale non ha mancato di ricostruire gli aspetti legati all'innovazione tecnologica e alle complesse forme di organizzazione del lavoro.

Studioso attento delle corporazioni e dei conflitti al loro interno (Norms and disputes: the shoemakers' guild in eighteenth-century, Past & Present, 123, 1989) si è occupato anche delle implicazioni fra il fenomeno moda e l'organizzazione produttiva e del lavoro (Fashion as flexible production: the strategies of the Lyon silk merchants in the eighteenth century).

Studioso capace di combinare la ricerca archivista ai più ampi problemi di carattere generale, la sua figura sarà certamente al centro di numerose iniziative che potranno mostrare come i suoi insegnamenti siano stati trasmessi a più generazioni di ricercatori all'interno e all'esterno dell'accademia.