Dettaglio Notizia

10.12.2014
Categoria: SISLav

Seminario SISLav 2/2/2015: Il lavoro, le guerre


Dopo il convegno "Dal punto di vista del lavoro" (Bologna, dicembre 2013), dedicato a un bilancio degli studi di storia del lavoro in Italia, la SISLav intende promuovere un secondo convegno internazionale, da tenersi nell’autunno 2015, dedicato a una riflessione in prospettiva comparata sulle forme e le condizioni di lavoro durante i due conflitti mondiali in Europa. Come tappa preparatoria del convegno si è pensato di proporre un seminario di discussione, aperto a tutti, in cui verranno presentate delle relazioni raccolte attraverso un call for paper esclusivamente rivolto ai soci SISLav.


Il seminario si propone un doppio livello di comparazione: il primo, geografico, tra i paesi europei che a vario titolo e in vario modo vengono investiti dai conflitti; il secondo, cronologico-tematico, tra le due guerre, di modo da sollecitare un dialogo tra gli specialisti che separatamente se ne occupano. Tra gli obiettivi prioritari vi è quello di promuovere una riflessione d’insieme sugli effetti indotti dalla dimensione bellica sulla mobilitazione, sull’organizzazione del lavoro e sulle vite dei lavoratori.


Attraverso il prisma problematico del lavoro nei due grandi conflitti del '900, la SISLav intende portare un contributo di discussione intorno agli elementi connotanti l’articolazione della relazione lavoro/guerra/società nel primo conflitto mondiale, individuando i fattori costitutivi di quella relazione che si originano nel 1914-'18 e si ritrovano nel 1939-'45, nonché i tratti specifici dei due conflitti.

Scarica il programma in pdf


Il lavoro, le guerre Europa 1914-’18 / 1939-’45
Seminario SISLav 2015
Firenze, 2 febbraio 2015
Istituto Storico della Resistenza in Toscana
Via Carducci, 5/37

PROGRAMMA (cliccando sui titoli delle relazioni si scarica l'abstract)
 
10.30-13.00
“Prima e Seconda guerra a confronto”
Coordina: Lorenzo Bertucelli
- Edmondo Montali, L'economia al servizio della guerra. La mobilitazione industriale tedesca del 1914-1918 e quella del 1939-1945
- Giorgio Sacchetti, Guerra e miniera. Il lavoro nelle industrie estrattive italiane durante i due conflitti mondiali
- Bruno Settis, Mass production, mass destruction
- Manfredi Alberti, Lo Stato e la disoccupazione. Un confronto fra il primo e il secondo dopoguerra
Discussant: Nicola Labanca
 
14.00-16.00
“Uno sguardo internazionale alla Prima guerra”
Coordina: Maria Grazia Meriggi
- Antonio Farina, Fiduciari di fabbrica e capitani rivoluzionari: rappresentanza operaia e relazioni industriali nell'industria navalmeccanica tedesca (1914-1918)
- Jorge Torre Santos, Verso il sindacato di massa. Spagna e Italia (1914-1918)
- Roberto Bianchi e Monica Pacini, Lavoro intellettuale e pratica politica nella mobilitazione interventista tra Francia e Italia
Discussant: Luigi Tomassini

16.00-17.30
“Il problema del consenso nella Seconda guerra”
Coordina: Luca Baldissara
- Marco Fincardi, Gli scioperi operai della primavera 1943 nell’Italia fascista, le classi dirigenti italiane e la propaganda anglo-americana
- Enrico Miletto, “Uniti e decisi in tutte le fabbriche”. Torino e gli scioperi del marzo 1943
Discussant: Gianluca Fulvetti