Pluriattività rurale e lavoro agricolo in età contemporanea (secc.XIX-XX), a cura di Niccolò Mignemi, Claudio Lorenzini e Luca Mocarelli

Nelle campagne, in maniera forse più evidente che altrove, il punto di vista del lavoro permette di cogliere l’interazione tra esseri umani e risorse naturali come nodo centrale dei processi di produzione e riproduzione. Esso fa emergere, al contempo, la condizione generalizzata di precarietà determinata da fattori esogeni quali i rischi meteorologici, le fluttuazioni dei prezzi, le incertezze legate alle stagioni ed ai cicli biologici. Se la cosiddetta modernizzazione agricola si è illusa di poter controllare questi vincoli tramite un mix di innovazioni tecnoscientifiche e di politiche di regolamentazione, le riflessioni dell’agroecologia mostrano oggi che la resilienza dei sistemi agrari dipende piuttosto dalla costante ricerca di un equilibrio dinamico fondato sulla diversificazione delle fonti di sostentamento.

 

Il libro è disponibile in PDF gratuiramente QUI.